Un centro visita per vivere l'area dello Spinadello

Dopo anni di chiusura, la centrale di sollevamento dell’acquedotto Spinadello riapre e diventa il punto di partenza per vivere l’area fluviale dei Meandri del Fiume Ronco, grazie ai fondi del progetto “Giovani per il Territorio” promosso dall’Istituto Beni Culturali della Regione Emilia Romagna.

Attraverso il finanziamento di IBC i soggetti promotori intendono potenziare il percorso di valorizzazione dello Spinadello e dell’area circostante, già sperimentato nel settembre 2016, quando l'edificio della centrale è stato utilizzato come una delle tre sedi della mostra Totally Lost. Tieniti Libero

Realtà culturali ed ambientaliste del territorio proporranno una programmazione annuale di mostre, incontri, passeggiate ed esplorazioni.
La centrale si trasformerà in un centro visita dove verranno raccolte le informazioni sull’area attraverso un censimento partecipato organizzato in workshop tematici (birdwatching, sentieristica, flora, fauna, ecc.) volti a creare una mappa di comunità in cui saranno coinvolti i giovani del territorio in un percorso di conoscenza a stretto contatto con professionisti (fotografi, guide escursionistiche, ecc).

L’obiettivo più ambizioso è sperimentare un sistema di gestione dal basso che, oltre ai soggetti già coinvolti, possa crescere creando opportunità di lavoro e di sviluppo per l’area.

Soggetti promotori

un progetto di:
Spazi Indecisi,
Casa del Cuculo,
Associazione i Meandri,

con il contributo e il patrocinio di:
Comune di Forlimpopoli

partner:
IBC
GPT
Comune di Meldola
Rotta Culturale ATRIUM
Unica Reti Spa
Romagna Acque- Società delle fonti spa

in collaborazione con:
Associazione Savignano Immagini,  Boschi Romagnoli, Gruppo Scout Forlimpopoli 1, Maf- Museo Archeologico Forlimpopoli, RavennAntica- Fondazione Parco Archeologico di Classe, Paolo Laghi (guida ambientale escursionistica) e Chiocciola la casa del nomade.

È un progetto aperto, se hai un'idea, contattaci!

aobnda
oaisnd
oaisjd